L’umana compagnia

27 settembre 2010

La situazione che ci troviamo vivere è sempre più caratterizzata da elementi che sembrano assurdi e privi di significato. Tutto è concentrato e focalizzato verso il valore dei soldi e degli “affari”.  Ogni azione ha valore se è trasformabile e riferibile  al business. C’è una corsa forsennata verso modelli basati  su pseudo valori contraddistinti e riferibili al superfluo e all’apparire. È questa la strada giusta per il futuro dell’umanità?

La cosiddetta globalizzazione è negli affari ma non nei diritti fondamentali dei popoli (libertà, giustizia, pari opportunità….).

Sta crescendo sempre di più lo sfruttamento dei paesi ricchi verso quelli poveri e all’interno di ogni paese la ricchezza è sempre più in mano di pochi.

Il valore dell’ambiente e la sua salvaguardia, la vita dell’uomo e delle specie viventi perché non dovrebbero essere la vera centralità di ogni sforzo umano? Forse non c’è bisogno di un nuovo umanesimo in cui l’uomo possa vivere in un rapporto armonico con l’ambiente? Su questo possiamo e dobbiamo ragionare.

Anche in Italia stiamo vivendo una realtà assurda, qualsiasi osservatore esterno se ne rende conto.

Abbiamo una classe dirigente che sta continuamente litigando su tutto, mentre la vita degli italiani sta progressivamente degenerando sia in termini di opportunità (occupazione, lavoro) che di qualità della vita.

Una classe politica che non si rinnova (nella storia dell’uomo non è mai successo un auto rinnovamento!) e una popolazione che come spettatori in uno stadio fa il tifo e non partecipa al gioco.

È ora che noi tutti vinciamo la pigrizia e iniziamo a ragionare sulla nostra vita e su quello che vogliamo, creando le condizioni per il superamento di questa assurda situazione.

Questa del sito è una opportunità per ragionare sulle grandi questioni (forme di democrazia e partecipazione,  nuovo umanesimo e spiritualità…) ma anche di nord-sud, est-ovest, economia, diritto .…

Dal lavoro di noi tutti possiamo cogliere degli elementi per sviluppare nuove identità ma anche nuovi programmi..